31 gennaio 2018

Arcane Tales - Sapphire Stone Saga (Planet Underground)

Dalle ceneri dei Black Ravens, band formata nel 1995, nascono gli Arcane Tales. In realtà, si tratta di una one-man-band, di cui Luigi Soranno è l’unico membro. “Sapphire Stone Saga” però non è solamente un album, ma anche un vero e proprio libro scritto da Soranno stesso. Il nostro decide di pubblicare l’album in questione proprio per rendere omaggio al suo testo.
Quello che andiamo ad analizzare è un album che presenta un Power Metal in puro stile italiano. Noteremo, infatti, somiglianze con i Rhapsody, ad esempio, una delle band che ha maggiormente influenzato Soranno.
“Sapphire Stone Saga” è introdotto da un brano strumentale epico e melodico,”The Incarnation Of Fear”, che richiama quei mondi lontani ed immaginari del Fantasy. “Into The Firestorm” ci mostra quello che sarà il sound del’album: un Power Metal classico, con struttura standard e molto piacevole all’ascolto. Se “The Clairvoyance Power” mantiene lo stesso andamento, la storia sarà diversa per “Loud Thunder”. Questo quarto brano, infatti, presente melodie più cupe e decise, grazie soprattutto alle energiche chitarre e all’importante tastiera, che è il vero punto forte di questo album. “Sands Of Time” è un brano mid-tempo dalla struttura più articolata, ma sicuramente non tra i migliori dell’album. Meravigliosa invece è la ballad “Heaven’s Gate”, con atmosfere mitiche e piacevoli parti strumentali. Il settimo brano, “Triumphant Steel” è quello che più ci ricorda i nostri amati Rhapsody: batteria veloce, tastiera solenne e ritornello con cori epici. Probabilmente il migliore brano dell’album. Quasi a fine album, ecco “Autumn’s Colours”, un bellissimo intermezzo strumentale. È il momento di “Shadows’ Black Crown”, brano a momenti vagamente simile a “When Demons Awake” dei Rhapsody. L’album si conclude con “The Alliance Horns Resound”, un inno di battaglia molto bello e da colonna sonora.
Che dire di questo “Sapphire Stone Saga”? Sicuramente nulla di nuovo. Qualcosa di già ascoltato, dalla prima all’ultima nota, ma questo non per forza deve assumere un significato negativo. Si tratta comunque di un album ben fatto, dai testi alla musica. In poche parole, un album consigliato ai fan dei Rhapsody e del Power Metal classico in generale.


Rate:  7/10

Line up:
Luigi Soranno

Tracklist:
The Incarnation Of Fear
Into The Firestorm
The Clairvoyance Power
Loud Thunder
Sands Of Time
Heaven’s Gate
Triumphant Steel
Autumn’s Colours
Shadows’ Black Crown
The Alliance Horns Resound



A cura di:
Nick Picerno

Nessun commento:

Posta un commento